1,2,4. Un articolo, due vittorie, quattro punti.

Vorrei esordire con: “Scusate il ritardo”, film di Troisi e indimenticabile esultanza calcistica (immaginatevi la GIF di Totti che si alza la maglia), ma ho avuto da fare (a sto giro mi laureo per davvero).

Questa volta dovrete accontentarvi di un unico articolo per due partite. Due vittorie. La soffertissima contro Bariano e la casalinga contro Caravaggio che ci porge su di un piatto d’argento il primo gradino della classifica.

Bariano-Cral 62-69

Pensavamo che l’appuntamento nella profonda bassa sarebbe stato impegnativo quanto un aperitivo; ebbene ci sbagliavamo, e alla grande.
Ad accoglierci un Bariano, con qualche innesto, più combattivo che mai.
Complice il metro arbitrale e la difesa coriacea, al limite del consentito, arriviamo al giro di boa sotto di una manciata di punti.
Un rientro dalla pausa con i cosiddetti ci fa chiudere il quarto 13 a 23, che ci garantisce un vantaggio conservato fino alla fine.
Da segnalare la prestazione monstre di Rabaglio che sfiora il trentello.

Tabellino:
Bertulessi 5, Mindu 2, Bonaita 1, Consonni 5, Pagani 3, Signorelli, Brolis 6, Rabaglio 29, Arnoldi, Rodari 17, Domenghini 4, Pelliccioli.

Cral-Caravaggio 69-60

Seconda partita della settimana, in perfetto stile Nba. Match molto sentito vista l’amaro vittoria del girone d’andata che ci aveva condannato al secondo posto.
Si parte subito forte, con gli avversari che ci giustiziano dalla lunga e noi che rispondiamo con il gioco individuale. La prima frazione si chiude quasi in parità.
Il gran gioco di squadra e individuale ci porta in spogliatoio con un discreto vantaggio, si chiude 36-29.
Al rientro uniamo la nostra grazia offensiva ad una difesa ad hoc sul loro gioco; questo limita il loro sistema di squadra e obbliga gli avversari a giocarsela singolarmente, prendendosi molti tiri.
Manteniamo il vantaggio dell’intervallo fino agli ultimi 10 secondi, quando Rodari segna il canestro che ribalta la differenza canestri subita all’andata (77-70) e ci consacra in vetta alla classifica.
Mvp: Jamal Poli che con le sue penetrazioni “in ciabatte” violenta ripetutamente la difesa avversaria schierata.

Tabellino:
Mindu 8, Bonaita 2, Consonni 4, Pagani 6, Signorelli, Brolis 3, Arnoldi, Poli 12, Rodari 16, Domenghini 5, Rabaglio 13, Previtali.

You may also like...

Lascia un Commento